Nello “spirito di Claudio”: chiude il 7 gennaio la Rassegna d’arte dedicata a Claudio Carotentuo

 

CECINA (LI). È stata organizzata nello “spirito di Claudio”. Quella persona “diretta e semplice”, ma che ha saputo perpetuare i contenuti complessi delle arti figurative, la sua pittura unica e il suo intuito di gallerista atipico, in “Costa etrusca”.

“Per Claudio Carotenuto: Rassegna d’Arte della Costa Etrusca”, ad un anno esatto dalla scomparsa dell’artista e gallerista, è la mostra collettiva organizzata dalla moglie, la pittrice su ceramica Annamaria Malatesta (nella foto), in collaborazione con Cooperativa Sociale “Il Cosmo” e con il patrocinio del Comune di Cecina.

In corso fino al 7 gennaio 2018, a Cecina (LI), presso Centro Espositivo Sirio Bandini, in Piazza Guerrazzi, la rassegna si pone come continuità ideale, ma anche reale, a quell’impegno per l’arte che ha contraddistinto l’intera esistenza di Claudio Carotenuto.

Come l’ultima organizzata dall’artista nel 2016, quella che aveva chiamato “Collezione di Claudio Carotenuto” e mostrava al pubblico i dipinti che aveva per tanti anni “tenuto per sé”, l’allestimento è a cura del figlio Francesco, e presenta, insieme alle grandi firme “territoriali” delle arti visive figurative contemporanee, con pareti dedicate e accostamenti diretti fra autori diversi, anche una sala consacrata alla storia cronologica della sua pittura.

Una natura morta con un vaso, una candela, una bugia. Stessa luce, stessa nitidezza, stessa scansione del piano, stessa – enigmatica – atmosfera, per forme più incerte ed acerbe, ma non meno eleganti e, implicitamente, narranti. È il primo dipinto compiuto che apre la sezione tematica della mostra che ripercorre il percorso artistico di Carotenuto, dai primi dipinti, quelli che realizzava “quando dipingeva anche la notte” – come ricorda la moglie Annamaria – alla fase “macchiaiola”, ai ritratti di donna meno consueti, alla storia straordinaria di quello che l’artista e amico Massimo Salvoni, ha definito, durante il ricordo collettivo del giorno inaugurale, il “paesaggio unico di Carotenuto”.

La galleria e Circolo culturale “La Saletta”, sul lungo mare di Cecina, l’aveva rilevata nel ‘78 da Sirio Bandini. Da lì, per quasi quarant’anni, Carotenuto è stato quello che il Vicesindaco Giovanni Salvini ha definito come una “figura che ha saputo smuovere la cultura, incoraggiando anche altri a fare arte”. “Un Virgilio” per tante persone.

Ma la mostra collettiva, firmata dai grandi delle arti figurative contemporanee, ideata, voluta ed organizzata, per quasi trent’anni, da Claudio Carotenuto, ritorna con i suoi spazi pittorici sublimi e le sue sculture eleganti ed “epidermiche”, anche per il Natale 2017. Non come una “commemorazione – appunto – ma nella continuità concreta della Rassegna d’Arte della Costa Etrusca”.

In mostra opere pittoriche e scultoree di: Claudio Carotenuto, Giovanni Cecchini, Riccardo Chirici, Bruno Di Maio, Raffaele De Rosa, Antonio Fiengo, David Giroldini, Gregory-Blanche, Ivana Niccolai, Basso Ragni, Massimo Salvoni e Mariella Valori.

Fino al 7 gennaio 2018. Apertura mostra: 17-20 (ingresso libero).

Info: Coop. Il Cosmo tel. 0586-769255.

Lascia un commento

 
X
X