Teatro comico per il festival Utopia del Buongusto: 150 anni di unità d’Italia raccontati attraverso canzoni e grandi film

 

In chiave ironica si parla di unità d’Italia, al festival di cene e teatro Utopia del Buongusto di Guascone Teatro. Domenica 10 settembre 2017, alle 21,30 nella Tenuta Castellani di Ceppaiano a Crespina Lorenzana (Pisa), la Macchina del Tuono mette in scena lo spettacolo comico “C’era una volta l’Italia: 150 anni di storia in 12 canzoni e qualche capolavoro”. Con Fabrizio Checcacci e Cosimo Zannelli.

Un attore/cantante e un musicista raccontano 150 anni di Italia unita attraverso canzoni e grandi film: da Monicelli a Visconti, da De Andrè a Gaetano e Vecchioni per una serata che si preannuncia magica.

Alle 20,00, cena in luogo. Informazioni e prenotazioni al 3280625881-3203667354. Programma completo su www.guasconeteatro.it. Da non perdere lo sguardo che si confonde tra vigne e uliveti e le degustazioni dei vini della casa.

Lo spettacolo ripercorre con ironia e divertito distacco  le vicende che hanno attraversato la storia dell’Italia dal 1861 fino ad oggi e lo fa  tramite spezzoni di film celebri i e la colonna sonora dei capolavori della canzone italiana. L’intento è quello di mostrare il “come eravamo” e quello che siamo diventati oggi, sorridendo (ma non troppo) sui vizi, virtù e strategie di sopravvivenza dell’italiano medio, alla forte luce di questo importante, e per qualcuno ingombrante, anniversario. Il secolo scorso, frammentato dalle grandi guerre, la fine del precedente, col risorgimento e l’unità d’Italia, e il secolo corrente caratterizzato da crollo e nascita di grandi imperi economici e dal terrorismo internazionale, hanno sicuramente formato la nostra nazione, prima così frammentata, e grandi artisti come Monicelli, Visconti, Rossellini hanno fatto un ritratto preciso di come questo è avvenuto. In musica, poi, poeti moderni come De Andrè, Gaetano, Vecchioni e Bennato ne hanno scritto la colonna sonora. Sul palcoscenico tre artisti e un proiettore per ripercorrere la nostra storia, suonando e cantando “Titanic” o “Aida” mentre lo schermo proietta Sordi e Gassman nelle trincee della Grande Guerra e Benigni parla dell’olocausto.

Istruzioni per un buon uso di Utopia – Le cene iniziano alle 20,00. Gli spettacoli alle 21,30. Dopo ogni spettacolo verranno offerti al pubblico Vin Santo, cantuccini ed altri dolci. Si consiglia vivamente di prenotare le cene con almeno un giorno di anticipo telefonando direttamente  ai numeri dell’organizzazione. Cena (facoltativa) ore 20,00 – Euro 12,00 –Escluso eventi speciali. Inizio spettacoli ore 21,30 – Euro 8,00 –  Escluso eventi speciali. E’ possibile prenotare anche per SMS indicando cognome, numero dei prenotati, spettacolo e data dell’evento. Importante: questo tipo di prenotazione sarà valida solo quando confermata dagli organizzatori con sms di risposta da mostrare poi alla biglietteria.

Ormai immancabile, con l’estate ritorna il festival Utopia del Buongusto che quest’anno compie venti anni e promette anche per il 2017 un pieno di serate a base di cene e Teatro. Ventesimo atto di scorribande del primo esperimento internazionale di vita godereccia. Per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle. Il motto è sempre lo stesso: “Si può solo godere o soffrire, godicchiare non è serio”.

 

Lascia un commento

 

 
X
X