11 lune a Peccioli per i più piccini

 
Please complete the required fields.
Contribuisci con una segnalazione al miglior funzionamento di Toscana.TO




C’È QUALCUNO CHE SI CHIAMA ALICE?

Un sogno itinerante alla ricerca di Alice nel centro storico di Peccioli

Palazzo Pretorio mercoledì 1 luglio ore 18,30

con Giacomo Bogani, Francesca di Traglia, Consuelo Ghiretti, Alice Maestroni,

Marco Ripoldi, Silvia Tufano regia Sara Morena Zanella

C’è qualcuno che si chiama Alice” è uno spettacolo pensato per trasformare ogni centro, piazza, corte, abitazione o giardino nel paese delle meraviglie. La messa in scena utilizzerà gli spazi della città come scenografia, nella speranza che luoghi da noi conosciuti possano essere visti e fruiti attraverso un nuovo sguardo, di scoperta, stupore e meraviglia. Lo spettacolo per questo sarà sempre e comunque un evento unico e irripetibile, dove l’incanto arriverà attraverso l’incontro dei diversi luoghi e il nostro mondo dei sogni. Nel nostro mondo dei sogni, gli orologi segnano le ore, ma soltanto perché non si dimentichi che è solo un gioco di situazioni invertite, un riflesso del reale, dove prevale l’irrefrenabile libertà dell’immaginazione, della poesia, della musica. Qui le regole sono diverse perché diverse sono le domande e diverse sono le risposte. Qui è possibile viaggiare tra sogno e realtà: se si lascia alla mente la piena libertà di interpretare quel che gli occhi vedono, senza limitarsi alla risposta più scontata e immediata, si è nella disposizione d’animo per intraprendere questo viaggio, per abbandonarsi alla voglia di sogno, per entrare nella dimensione della fantasia, dove tutto è possibile.

Capienza limitata – prenotazione obbligatoria – Spettacolo gratuito

ALICE NEL MUSEO DELLE MERAVIGLIE

Spettacolo con sonno e risveglio per bambini dai 6 agli 10 anni

Museo Archeologico

Venerdì 3 luglio dalle ore 21,00 alle ore 8,00

liberamente tratto da “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carrol

con Giacomo Bogani, Francesca di Traglia, Consuelo Ghiretti, Alice Maestroni, Marco Ripoldi, Silvia Tufano

musiche originali Giacomo Bogani, Alice Casarosa, Irene Rametta scenografie Marco Buldrassi, Emidio Bosco

allestimento Marco Bagnai regia Sara Morena Zanella

Alice nel museo delle meraviglie” è un progetto nato dal desiderio di vivere un’esperienza all’interno di un museo che potesse modificare, arricchire e stravolgere l’abituale rapporto tra visitatore e spazio espositivo. Il museo sarà allestito e riadattato in ogni dettaglio per creare un luogo di condivisione, esperienza e vicinanza, dove l’aspetto spettacolare avrà una funzione marginale rispetto alla ricerca di creare un luogo accogliente e adatto per trascorrere la notte. Tutti gli spazi verranno coinvolti: labirinti, stanze, corridoi, passaggi segreti, mondi sospesi tra realtà e onirico dove sarà possibile incontrare diversi personaggi e paesaggi sonori. Come accade alla protagonista del romanzo di Lewis Carroll, anche i bambini verranno accompagnati ad attraversare differenti paesaggi, sia interiori che esteriori, ad incontrare diverse situazioni, a risolvere indovinelli, ad accettare momenti surreali, a saltare, ballare, ridere, forse anche piangere; ad affrontare la paura ed insieme risolverla per trasformala in una opportunità di crescita e cambiamento.

Ogni luogo e situazione prevede la partecipazione attiva dei bambini: a loro viene chiesto di abbandonarsi al gioco, all’immaginazione, alla notte, al sogno, alla scoperta, alla condivisione e all’autonomia.

I bambini devono arrivare al museo accompagnati dai genitori alle ore 20.45, ognuno deve avere con sé il pigiama, un peluche o altro oggetto caro per addormentarsi e il proprio cuscino; i genitori devono lasciare un recapito telefonico reperibile per tutta la notte e salutare i bambini, i quali verranno accompagnati in uno spazio organizzato per poter sistemare i propri oggetti personali ed indossare il pigiama. Appena saranno pronti una figura dolce e protettiva li farà accomodare nei letti. Attraverso un piccolo rituale si cercherà di risvegliare la mente creativa e creare le condizioni migliori per attraversare insieme la notte. Con gli occhi chiusi, sotto le coperte, si ascolterà la storia di Alice. Queste parole si faranno lentamente sempre più presenti e si trasformeranno fino a diventare realtà. Come accade ad Alice nel paese delle meraviglie anche i bambini vengono rapiti dal Bianconiglio, e con la stessa vitale curiosità lo inseguono nel suo mondo. Questo viaggio dura circa 2 ore, dopodiché si ritorna nel proprio letto e mentre la storia prosegue nella direzione del sonno, si scivolerà lentamente fino nel cuore nella notte. Cullati dalle parole e dalle note di una ninnananna si abbandoneranno al sonno e ad altri nuovi sogni. Alle 7 del mattino una musica lascerà filtrare la luce del sole sotto le palpebre e una colazione verrà servita mentre i ricordi si intrecceranno alla realtà e i sogni resteranno sospesi tra il sonno e la veglia in un tempo indefinito, dove insieme alla colazione si potrà condividere lo stupore e l’incanto di chi, forse, per una notte, ha vissuto qualcosa di indimenticabile e meraviglioso.

Capienza limitata – prenotazione obbligatoria – Spettacolo gratuito

Biglietteria e segreteria della Rassegna
Fondazione Peccioliper
Piazza del Popolo 5, Peccioli (PI)
tel 0587 672158
comunica@fondarte.peccioli.net, www.fondarte.peccioli.net,
FB: Undici Lune A Peccioli, TW: @peccioliper

Ufficio stampa Toscana Eventi
via P.Nenni 32 – 50054 Fucecchio FI
Margherita Casazza cell. 338 2466271
Tel 0571 360592
ufficio.stampa@ctedizioni.it
www.ctedizioni.it
FB Toscana Eventi

Lascia un commento

 
X
X