In barca in Toscana, la guida per una vacanza a vela all’Isola d’Elba

 
Please complete the required fields.
Contribuisci con una segnalazione al miglior funzionamento di Toscana.TO




La Toscana è la regione ideale per una vacanza in barca, 250 miglia di costa che alternano paesaggi stupendi, baie meravigliose, città e piccoli borghi, in particolare lungo la costa sud, dal promontorio di Piombino, le spiagge di Baratti, Cala Violina, Cala Moresca, Talamone e giu’ fino all’argentario, sono un’autentico paradiso per I naviganti. Ed oltre alla costa l’Arcipelago Toscano: sette isole una più bella dell’altra: l’Elba, Capraia, Giglio, Giannutri, Gorgona Pianosa, Montecristo. Di queste solo le prime quattro sono accessibili, mentre per Montecristo, Pianosa e Gorgona ci sono restrizioni in quanto Aree Protette.

L’isola dìElba e’ senza dubbio la meta più bella comoda e sicura per una vacanza in barca a vela. Per navigare all’Isola d’Elba è possibile noleggiare una barca in Toscana lungo il tratto costa tra Castiglioncello San Vincenzo, Scarlino, Punta Ala, Talamone, Cala Galera o perfino direttamente dall’Isola d’Elba. Raggiunta l’Elba avrai a disposizione 80 miglie nautiche di costa da visitare, una spiaggia dopo l’altra tutte ampie con buoni fondali per l’ancoraggio, splendidi tratti di costa per gli amanti dello snokeling e magifici borghi dotati di piccoli marina per chi preferisce una sosta in porto. L’Elba ha una dimensione perfetta, abbastanza grande per offrire sempre nuovi approdi, ma contemporaneamente abbastanza piccola per poter cambiare costa quando gira il vento. Offre sempre un riparo sicuro, per questa ragione è il posto più adatto per famiglie e velisti alle prime esperienze. Partendo da Portoferraio con il piccolo porto mediceo, si potra’ fare subito un bagno alle Spiagge Bianche: Sansone, Sorgente, dove la spiaggia è composta di piccolissimi sassi, e l’acqua di un turchese senza uguali. Giriamo Capo Enfola, ricchissimo di pesci, e ormeggiamo al Viticcio. Questa meravigliosa caletta e’ il punto piu’ protetto con vento di scirocco. Nello stesso golfo: altre meravigliose spiagge: il Forno, la Biodola, Procchio, Spartaia, e lo scoglio della Paolina, così chiamato per la sorella di Napoleone. Siamo giunti a Marciana Marina: dove due marina accolgono le imbarcazioni. In bassa stagione non ci sono problemi, naturalmente ad agosto solo pochi fortunati troveranno un ormeggio libero. Nella rada è comunque possibile buttare l’ancora e scendere con il tender. Continuando la navigazione verso Ovest, si passerà davanti a Sant’Andrea, ultima splendida baia della costa nord. Inizia ora il tratto esposto ad ovest, qui pareti rocciose si alternano a piccole baie, Anche questo tratto di costa vi riserva una grande sorpresa: davanti a Pomonte potrete fermarvi perun bagno e vedere il Relitto della Elviscot, la nave che e’ affondata qui nel 1972. Non servono apparecchiature da Sub basta una maschera: il relitto e’ tra I 5 e I 10 metri, quindi perfettamente visibile anche dal livello del mare. Dopo questa breve sosta si scavalla e si arriva alla costa sud, con la spiaggia più bella dell’Elba: Fetovaia, un piccolo sogno per tutti I diportisti. Da qui in poi un tratto di costa senza uguali, basse pareti rocciose, macchia mediterranea e tante spiagge: Cavoli, Galenzana, Marina di Campo, Fonza, Lacona, Laconella, e tutto il Golfo Stella, che offre innumerevoli approdi. Qui avete veramente l’imbarazzo della scelta. E finalmente si arriva alla baia di Porto Azzurro, sul lato Est. Anche questo posto è meraviglioso. Innumerevoli spiaggette all’interno del golfo, tutte protette dal maestrale si susseguono una dopo l’altra: fino a giungere al paesino con un piccolo marina, dove sicuramnete vi consigliamo di fare una sosta. Oltrepassata questa grande baia, incontriamo ancora alcune spiaggette sul lato Est: spiaggia di Ortano, con lo scoglietto di fronte pieno di cernie, e i paesini di Rio Marina e Cavo.

Lascia un commento

 
X
X