La grande classica fra borghi e castelli: ritorna il QuercetoInternationalPianofestival

 

CASTELLO GINORI (PI). Le antitesi delle sonate del primo Beethoven, ma anche i valzer e le mazurke, ed il neo-romanticismo “notturno” di Chopin, in un luogo dall’eleganza senza tempo, nella luce crepuscolare della più mistica e spettacolare campagna toscana, dove tuona la potenza del piano solo.

Martedì 17 luglio 2018, ore 21.30, a Borgo Pignano di Volterra (PI), nel Cortile della regale villa settecentesca, si apre, con un’anteprima “fuori sede”, ma nella continuità della grande musica in contesto scenico-storicizzato, la XII Edizione del “Querceto International Pianofestival&Masterclasses”.

È la consolidata rassegna pianistica, in corso nella sala concerti “Il Granaione” del Castello Ginori di Querceto (Montecatini VC – PI) dal 19 al 29 luglio 2018, animata da concerti ed alta formazione, organizzata da Accademia Libera Natura & Cultura (Ass. Marco Polo), nel cartellone di “Arte e Musica”, e con la direzione artistica di Paolo Francese.

La scena internazionale dedicata alle opere rivoluzionarie della classica epocale, intervallata quest’anno da due concerti premio delle Masterclasses interne in pianoforte, chitarra e flauto (il 20 ed il 26 luglio), prende il via nel borgo volterrano con la prima performance-evento della veneziana Letizia Michielon. Pianista e filosofa, vincitrice, fra gli altri, del Premio “C. Zecchi” di Roma, di cui si aggiudica il premio della stampa e il Diapason d’oro di Sanremo. Borsista a Bayreuth, e anche docente in master pianistici attraverso le università del mondo.

Aprono invece ufficialmente il Festival nella sede identitaria, composizioni variegate di Chopin, Gaspard de la Nuit (“il tesoriere della notte”) di Maurice Ravel, e gli eterni Oblivion e Libertango del re del tango Astor Piazzolla, dalla tastiera di Cinzia Bartoli, il 19 luglio ore 21, al Granaione di Castello Ginori di Querceto (Montecatini VC – PI). Musicista formatasi fra Genova ed Assisi, impegnata in importanti tournée internazionali, con all’attivo numerose registrazioni per la RAI e Telemontecarlo con programmi solistici.

La rassegna affonda poi nel suo profilo più internazionale, il 22 luglio, ore 21, con Joanna Trzeciak, nativa di Cracovia e amica in formazione di Irina Rumiancewa. Consacrata all’insegnamento dell’opera pianistica di Karol Szymanowski, porta lo spirito polacco nel profilo internazionale del Festival, con le Polacche per piano solo di Fryderyk Chopin.

Sarà in fine l’ungherese Zsuzsa Kollar, il 29 luglio, ore 21, a restituire l’esotico simbolismo di Claude Debussy e la forza rivoluzionaria dell’abate Franz List. Nativa di Budapest e già ai dieci anni allieva presso l’Accademia Liszt della capitale, è pianista dalla consolidata carriera concertistica fra il Nord Europa e il Nord America (Canada), con una dedizione particolare anche alla musica contemporanea insieme al gruppo Componensemble.

 Il “Querceto International Pianofestival” è organizzato da Accademia Libera Natura & Cultura per l’Ass. Marco Polo, nell’ambito del cartellone 2018 di “Arte e Musica”, patrocinato dalla Provincia di Pisa, dal Comune di Volterra e dal Comune di Montecatini Val di Cecina.

 

“Arte e Musica 2018” è stato realizzato in collaborazione con: Consorzio Turistico Volterra Valdicecina; Confesercenti Toscana Nord; Camera di Commercio di Pisa; Terre di Pisa; VinOpera Arte; ArtConnectsPeople; Estro Tango; “Amici di Mazzolla”; Le Vent des Arts.

Con il sostegno di: Marchesi Ginori Lisci e Borgo Pignano. Main Sponsor: Ornellaia.

Inizio spettacoli Piano Festival: ore 21 | Ingresso: 15 € (Concerti premio: ingresso libero) | prenotazione richiesta ai concerti. In presentazione nelle serate-evento: i vini dell’azienda Marchesi Ginori Lisci.

Info: Accademia Libera Natura & Cultura                         

+39 366 1351567 | 329 8826391| accademialibera2000@gmail.it | www.accademia-marcopolo.it | www.association-marcopolo.org.

(Ph: Sara Cianciullo).

 

Lascia un commento

 
X
X