L’ITALIA AL TOP IN EUROPA NELLA SPERIMENTAZIONE DEL 5G NUOVE APPLICAZIONI ALLA “MILANO SMART CITY CONFERENCE”

 
Please complete the required fields.
Contribuisci con una segnalazione al miglior funzionamento di Toscana.TO




“L’Italia è al top in Europa nella sperimentazione del 5G, siamo attualmente ai primissimi posti”. È quanto ha assicurato l’ing. Luca Rea, responsabile del progetto di monitoraggio delle sperimentazioni pilota 5G presso la Fondazione Ugo Bordoni, in vista della prima edizione della “Milano Smart City Conference”, il grande evento tecnico-scientifico milanese dedicato alle nuove tecnologie e ai servizi che troveranno applicazione nella città del futuro e che avrà proprio nei progetti 5G uno dei focus principali.

“In Italia abbiamo iniziato per primi e abbiamo attirato le grandi multinazionali”, ha spiegato Rea, “perché per la sperimentazione sono state concesse gratuitamente le frequenze prima degli altri Paesi europei”. La conferenza, organizzata da Pentastudio, si svolgerà nei giorni dal 13 al 15 novembre prossimi a Fiera Milano Rho (padiglione 6), contemporaneamente alle fiere specializzate “Smart Building Expo” e “SICUREZZA”. Vi parteciperanno i massimi esperti nel settore della smart city, che disegneranno lo scenario di sviluppo e presenteranno quanto di meglio si sta realizzando in Italia e all’estero in questo campo strategico.

Le attività di sperimentazione si stanno svolgendo in cinque città pilota: Milano e la sua area metropolitana, Prato, L’Aquila, Bari e Matera. Gli ambiti toccati abbracciano la medicina, con progetti che permettono l’ospedalizzazione da casa, il primo soccorso a distanza o ancora diagnosi da remoto. Altre applicazioni riguardano l’agricoltura di precisione, con l’utilizzo di droni in grado di fornire all’agronomo informazioni sullo stato di salute di ogni singola pianta e, in caso, di intervenire con gli opportuni rimedi. Novità tecnologiche anche per la guida assistita, con l’autovettura capace di reagire in tempo reale alle sollecitazioni che provengono dalla strada. Altri campi di utilizzo li troviamo nel monitoraggio degli edifici con l’attivazione di misure automatiche in caso di onde sismiche (blocco ascensori al piano, accensione luci, sblocco porte di emergenza, sospensione dell’erogazione del gas, ecc.), oppure nel campo della sicurezza urbana con videocamere con riconoscimento facciale o capaci di fornire informazioni precise sul numero di persone presenti contemporaneamente in un’area. “E’ importante continuare a sperimentare e a finanziare nuovi progetti”, ha sottolineato l’ing. Rea. “Ad oggi sono stati stanziati 40 milioni di euro per i progetti presentati dai Comuni e altri 5 milioni per progetti di ricerca”.

Il programma della “Milano Smart City Conference” prevede nei tre giorni altrettante sessioni mattutine, rispettivamente sui temi “Le infrastrutture digitali della smart city”, “Soluzioni per la mobilità e la logistica nella smart city” e “Monitoraggio e sicurezza nella smart city”. Ciascuna sessione sarà seguita nel pomeriggio da un approfondimento con la presentazione di case history e best practice col preciso obiettivo di sviluppare emulazione. Il congresso si avvale del patrocinio del ministero dello Sviluppo Economico e del supporto scientifico della Fondazione Ugo Bordoni. Gold Sponsor dell’evento sono: A2A Smart City, Iconics, Microsoft, NEC Display Solutions, Thales, TIM. Silver sponsor: ABB, Bosch Energy and Building Solutions Italy, Carl Software, Cellnex, Delta Electronics, J2 Innovations, Loytec, Smart Cities Italy (Alfassa), Wind Tre. La partecipazione alla conferenza è gratuita per i visitatori delle fiere “Smart Building Expo” e “SICUREZZA” (posti limitati), previa registrazione sul sito www.smartbuildingitalia.it/smart-city-conference. L’area expo sarà visitabile negli orari di apertura 9.00-18.00 (Fiera Milano Rho, Porta Est o Porta Sud TIM riservata agli operatori).

Lascia un commento

 
X
X