“Per il Forteto nel 2020 serve un’altra agenda”

 
Please complete the required fields.
Contribuisci con una segnalazione al miglior funzionamento di Toscana.TO




Sulla vicenda del Forteto la sentenza della Cassazione ha scritto la parola fine su una vicenda drammatica. Adesso, però, se si vuole che il Forteto torni a rappresentare quello che è stato in campo produttivo, cioè una vera eccellenza, c’è bisogno di cambiare passo”. Questa la riflessione del presidente di Confindustria Mugello, Fabio Boni “Il passato non può e non deve essere dimenticato,  ma il futuro di un’azienda,  passa necessariamente per interventi significativi in campo produttivo e commerciale, quegli stessi che solo un anno fa al World Cheese AWARDS di Bergen in Norvegia,  la rassegna dei formaggi più famosa al mondo, hanno permesso al Pecorino Toscano Dop stagionato Oro Antico Riserva del Casaro, prodotto dal Forteto, di essere inserito nei migliori prodotti mondiali ricevendo una medaglia di argento”. Uno dei tanti riconoscimenti ottenuti grazie ad un sapiente mix di capacità commerciale e strategie di sviluppo.  “ Diversamente da quanto visto nel 2019, auspichiamo che nell’agenda 2020 prendano finalmente spazio con forza azioni concrete e scelte imprenditoriali atte al rilancio e lo sviluppo dell’azienda tali da  consentire finalmente di riscrivere le storie di successo che il Forteto e le persone che ci lavorano si meritano”.  

Lascia un commento

 
X
X